introduzione  home  archivio home  slideshow  video  biografia  leggi il guestbook  firma il guestbook  riconoscimenti  links  @

 

...a Marsiglia? Senti, caro, visto che sarete a Marsiglia dopodomani sera, vorrei... insomma, vorrei... vorrei che tu non andassi all'albergo dove andavamo di solito. Non ti dispiace? Perchč le cose che non immagino, non esistono, oppure esistono in un qualche luogo molto vago e che fa meno male... capisci? Grazie... grazie. Sei buono. Ti amo.

Allora, ecco... ecco... stavo per dire meccanicamente: a fra poco... ne dubito... non si sa mai. Oh! E' meglio, molto meglio...

Amore mio... amore mio bello... sono coraggiosa. Sbrigati, forza. Taglia! Taglia svelto! Taglia! Ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo...

 

da "La voce umana", Jean Cocteau

 
 

L'architettura

Il reportage

Lo stato dei luoghi

I ritratti urbani

 

La flora e la fauna

Il  lago di Garda

Varie

L'incomunicabilitą

I paesaggi

La luce contro

Lo still life

 

Le geometrie

I particolari

I ritratti

I nudi

d'architettura

In fuga

dalla terra

Gli inganni

fotografici

Fra metafisica

e retorica

Verona, la

mia cittą

I miei

non luoghi

L'erosione

del neutro

 

Lorenzo Linthout - Tutti i diritti riservati