introduzione  home  archivio home  slideshow  video  biografia  leggi il guestbook  firma il guestbook  riconoscimenti  links  @

 

Il temporale corre (…) lungo il fiume, fra cespugli e pietre, il maltempo riempie i campi di apparizioni di tristezza. Pioggia, amica dei sognatori e dei disperati, compagna di chi non fa e di chi non si muove, agita, sbriciola le tue farfalle di vetro sopra i metalli della terra, (…) di chi distrugge il desiderio d’azione e aiuta la solitudine, di chi tiene le mani sulla fronte (…) e di chi sollecita la tua presenza.

Conosco il tuo volto innumerevole, distinguo la tua voce e sono la tua sentinella, colui che si sveglia al tuo richiamo nella terribile tempesta terrestre e lascia il sonno per raccogliere le tue collane, mentre cadi, (…) risuoni come tocchi di campane (…) e sommergi fino al fondo i tuoi rapidi viaggi senza senso. Così danzi sospesa nel cielo (…) come un grande fuso d’argento che s’avvolge nei suoi fili trasparenti.

 

da “Solitudine nei villaggi”, Pablo Neruda

 
 

L'architettura

Il reportage

Lo stato dei luoghi

I ritratti urbani

 

La flora e la fauna

Il  lago di Garda

Varie

L'incomunicabilità

I paesaggi

La luce contro

Lo still life

 

Le geometrie

I particolari

I ritratti

I nudi

d'architettura

In fuga

dalla terra

Gli inganni

fotografici

Fra metafisica

e retorica

Verona, la

mia città

I miei

non luoghi

L'erosione

del neutro

 

Lorenzo Linthout - Tutti i diritti riservati