introduzione  home  archivio home  slideshow  video  biografia  leggi il guestbook  firma il guestbook  riconoscimenti  links  @

 

Ogni 5 secondi cannoni da assedio sventrare spazio con un accordo tam-tuuumb ammutinamento di 500 echi per azzannarlo sminuzzarlo sparpagliarlo all’infinito nel centro di quei tam-tuuumb spiaccicati (ampiezza 50 chilometri quadrati) balzare scoppi tali pugni batterie tiro rapido violenza ferocia regolaritą questo basso grave scandere gli strani folli agitatissimi acuti della battaglia furia affanno orecchie occhi narici aperti attenti forza che gioia vedere udire fiutare tutto tutto tara-tatatata delle mitragliatrici strillare a perdifiato sotto morsi schiaffffit raak-traak frustate pic-pac-pum-tumb bizzzzarrie salti altezza 200 metri della fucileria gił gił in fondo all’orchestra stagni diguazzare buoi buffali pungoli carri pluff plaff impennarsi di cavalli flic flac zing zing sciaaack ilari nitriti iiiiii scalpiccii tintinnii 3 battaglioni bulgari in marcia croooc-craac (lento due tempi) sciumi maritza o karvavena croooc craaac grida degli ufficiali sbataccccchiare come piattttti d’otttttone pan di qua paack di lą cing buuum cing ciack (presto) ciaciaciaciaciaak su gił lą lą intorno in alto attenzione sulla testa ciaack bello vampe vampe.

 

da "Il bombardamento di Adrianopoli",

Filippo Tommaso Marinetti

Ribalta dei forti die vampe vampetro quel fumo sciukri pascią comunica telefonicamente con 27 forti in turco in tedesco allņ Ibrahim Rudolf allō allō attori ruoli echi suggeritori scenari di fumo foreste applausi odore di fieno fango sterco non sento pił i miei piedi gelati odore di salnitro odore di marcio timmmpani flauti clarini dovunque basso alto uccelli cinguettare beatitudine ombrie cip-cip-cip brezza verde mandre don-dan-don-din-béčé tam-tumb-tumb tumb tumb-tumb-tumb-tumb orchestra pazzi bastonare professori d’orchestra questi bastonatissimi suooooonare suooooonare graaaaandi fragori non cancellare precisare ritttttagliandoli rumori pił piccoli minutissssssimi rottami di echi nel teatro ampiezza 300 chilometri quadrati Fiumi Maritza Tungia sdraiati Monti Rņdopi ritti alture palchi loggione 2000 shrapnels sbracciarsi ed esplo-dere fazzoletti bianchissimi pieni d’oro tumb-tumb 2000 granate protese strappare con schianti capigliature tenebre zang-tumb-zang-tuuum-tuuumb orchestra dei rumori di guerra gonfiarsi sotto una nota di silenzio tenuta nell’alto cielo pallone sfericodorato sorvegliare tiri parco aerostatico Kadi-Keuy.

 
 

L'architettura

Il reportage

Lo stato dei luoghi

I ritratti urbani

 

La flora e la fauna

Il  lago di Garda

Varie

L'incomunicabilitą

I paesaggi

La luce contro

Lo still life

 

Le geometrie

I particolari

I ritratti

I nudi

d'architettura

In fuga

dalla terra

Gli inganni

fotografici

Fra metafisica

e retorica

Verona, la

mia cittą

I miei

non luoghi

L'erosione

del neutro

 

Lorenzo Linthout - Tutti i diritti riservati