introduzione  home  archivio home  slideshow  video  biografia  leggi il guestbook  firma il guestbook  riconoscimenti  links  @

 

Alzai la penna dal foglio; il suono di quel maledetto telefono mi infastidiva. Ma poteva essere qualcosa di importante; dovevo rispondere. Mi alzai dalla mia scrivania, un maglione nero, di lana, a colo alto, ed ancora la stilografica in mano. Rispondo. Non era per me. Tornai allo scrittoio; le parole giocavano sinuose col foglio lucido del mio quaderno nero. La pioggia batteva sulla finestra ed il suo rumore mi cullava. L’inchiostro che tingeva le ultime sillabe non era ancora asciugato del tutto. Non potevo ucciderlo, coś. Non ho mai avuto il coraggio di ucciderlo. Chiusi il quaderno e quel mondo cesṣ di esistere.

 

da “Le mie tenebre”, Nicola Casini

 
 

L'architettura

Il reportage

Lo stato dei luoghi

I ritratti urbani

 

La flora e la fauna

Il  lago di Garda

Varie

L'incomunicabilità

I paesaggi

La luce contro

Lo still life

 

Le geometrie

I particolari

I ritratti

I nudi

d'architettura

In fuga

dalla terra

Gli inganni

fotografici

Fra metafisica

e retorica

Verona, la

mia città

I miei

non luoghi

L'erosione

del neutro

 

Lorenzo Linthout - Tutti i diritti riservati