introduzione  home  archivio home  slideshow  video  biografia  leggi il guestbook  firma il guestbook  riconoscimenti  links  @

 

Venezia, un sasso,

quattro salti al mare,

poi sprofondi nel mistero,

eri entrata dalla mia finestra come un'alba,

dal fumo della notte,

in un giorno passeggero.

Tu, io e l’odore del silenzio che galleggia,

una carezza per un viaggio

da passare al cuore,

oggi che ti guardo,

carta consumata,

vera nella lacrima d’inchiostro,

ricordo il tuo profumo,

luce nella nebbia,

quando ancora ti respiravo vento.

 

da "Ricordo Venezia", Nunzio Buono

 
 

L'architettura

Il reportage

Lo stato dei luoghi

I ritratti urbani

 

La flora e la fauna

Il  lago di Garda

Varie

L'incomunicabilità

I paesaggi

La luce contro

Lo still life

 

Le geometrie

I particolari

I ritratti

I nudi

d'architettura

In fuga

dalla terra

Gli inganni

fotografici

Fra metafisica

e retorica

Verona, la

mia città

I miei

non luoghi

L'erosione

del neutro

 

Lorenzo Linthout - Tutti i diritti riservati