introduzione  home  archivio home  slideshow  video  biografia  leggi il guestbook  firma il guestbook  riconoscimenti  links  @

 

Portami lungo viali vuoti,

parlami di qualche sciocchezza,

pronuncia vagamente un nome.

I lampioni piangono l'estate.

Cespugli di sorbo.

Amore mio,

resta con me fino all'alba,

poi lasciami.

Rimasto come un'ombra offuscata,

vagherò qui ancora un po',

ricorderò tutto,

la luce accecante, il buio infernale,

io stesso fra cinque minuti sparirò.

 

da “Portami lungo i viali vuoti”

 Boris Ryzyj

 
 

L'architettura

Il reportage

Lo stato dei luoghi

I ritratti urbani

 

La flora e la fauna

Il  lago di Garda

Varie

L'incomunicabilità

I paesaggi

La luce contro

Lo still life

 

Le geometrie

I particolari

I ritratti

I nudi

d'architettura

In fuga

dalla terra

Gli inganni

fotografici

Fra metafisica

e retorica

Verona, la

mia città

I miei

non luoghi

L'erosione

del neutro

 

Lorenzo Linthout - Tutti i diritti riservati