introduzione  home  archivio home  slideshow  video  biografia  leggi il guestbook  firma il guestbook  riconoscimenti  links  @

 

La città era la mia nostalgìa più profonda, che non si saziava mai perché non sapevo cosa esattamente volevo da lei. Ogni volta che sono qui mi aggiro silenziosamente intorno a lei come una gatta affamata, mi infilo fra le sue mura, la costringo ad accettarmi, non sgradita, tuttavia solo tollerata. O forse ogni volta sento più forte la nostalgìa perché le persone che amavo in lei sono sparite e lei rimane qui per sempre?

 

da “La voce del deserto”, Anna Mitgutsch

 

 
 

L'architettura

Il reportage

Lo stato dei luoghi

I ritratti urbani

 

La flora e la fauna

Il  lago di Garda

Varie

L'incomunicabilità

I paesaggi

La luce contro

Lo still life

 

Le geometrie

I particolari

I ritratti

I nudi

d'architettura

In fuga

dalla terra

Gli inganni

fotografici

Fra metafisica

e retorica

Verona, la

mia città

I miei

non luoghi

L'erosione

del neutro

 

Lorenzo Linthout - Tutti i diritti riservati