introduzione  home  archivio home  slideshow  video  biografia  leggi il guestbook  firma il guestbook  riconoscimenti  links  @

 

L'erosione del neutro, viaggio nella dimensione urbana dei sensi

(16 immagini)

Puoi vedere anche lo slideshow relativo a questa galleria oppure guarda i video

 

Il neutro non è lo spazio del silenzio. È lo spazio dell’interpretazione attraverso il pensiero e la comunicazione spontanea, in uno sfondo libero, non già invaso da elementi prevaricanti, che costringono il soggetto a distrarsi o a dover sforzare i toni per essere ascoltato. Paradossalmente, mentre le aree del neutro si vanno progressivamente erodendo, aumentano le situazioni di interstizio e di intervallo. La flessibilità del lavoro e l’industria del tempo libero comportano a propria volta una serie di spostamenti e di parentesi nella quotidianità dei cittadini europei (e non solo).

Mentre lo spazio di ricezione, potenzialmente sociale si trova ovunque, il campo di ricezione si costituisce e si dissolve attraverso infiniti punti, la cui ubiquità dipende da fattori eterogenei, non sempre prevedibili: dal sorgere di attività commerciali allo svolgimento di eventi all’aperto (sagre e “notti bianche”), alla sonorizzazione dei punti di particolare transito e snodo (stazioni, strade e vie particolarmente movimentate). L’area neutra subisce erosione attraverso la centralizzazione acustica (quindi dall’alto, tramite altoparlanti) e mediante la somma di suoni prodotti individualmente, che pur provenendo dal basso, creano un effetto sonoro centralizzato. Ciò si verifica in situazioni di “traffico statico” o di insediamenti umani.

E' questo un processo di erosione del neutro che va coinvolgendo sempre più contesti urbani, con l’appropriazione del suolo pubblico da parte di infiniti cofani, con gli effetti delle autoradio e dei clacson, nonché di brusche frenate e sgommate.

Al rumore di fondo del traffico in scorrimento, il “traffico statico” sostituisce un insieme fonico uditivo particolarmente ansiogeno.

La progressiva deneutralizzazione delle aree comuni attraverso sonorità indotte è un fenomeno che investe e in parte avvicina i diversi paesi europei.

La tendenza a sonorizzare strade, piazze e aree di transito attraverso altoparlanti, si verifica anche in quei contesti la cui naturale neutralità di sfondo ha rappresentato a lungo un fatto di distinzione.

Alcune stazioni tedesche ed austriache godono al loro interno di impianti di amplificazione molto potenti.

Gli eventi a cielo aperto invadono di microfoni le piazze di Londra e altre metropoli europee, dove ancora le persone raramente alzano la voce e dove l’utilizzo individuale delle tecnologie rimane discreto.

 

da “L’erosione del neutro, viaggio nella dimensione urbana dei sensi", Silzia Zambrini

 

 

 

L'architettura

Il reportage

Lo stato dei luoghi

I ritratti urbani

 

La flora e la fauna

Il  lago di Garda

Varie

L'incomunicabilità

I paesaggi

La luce contro

Lo still life

 

Le geometrie

I particolari

I ritratti

I nudi

d'architettura

In fuga

dalla terra

Gli inganni

fotografici

Fra metafisica

e retorica

Verona, la

mia città

I miei

non luoghi

L'erosione

del neutro

 

Lorenzo Linthout - Tutti i diritti riservati