I nostri piccoli eventi privati attendono sempre un testimone, qualcuno che sa e che tramanderà agli altri. È faticoso muoversi nell'ombra, è come spiare senza essere visti. La clandestinità e il segreto esigono una memoria infallibile. Ma spesso le motivazioni di un segreto non nascondono nulla di riprovevole e il segreto è semplicemente la nostra melodia, quella che ci incanta e ci fa stupefatti testimoni della vita altrui. Non avrei mai iniziato a scrivere senza un segreto. Raccontare è semplicemente questo: è un patto, un incantesimo, il filo invisibile che ci lega al ricordo, al fatto che gli eventi e le persone ritornino come ombre. Il giorno in cui lasceremo l'incantesimo e avremo finalmente voglia di raccontare la verità, quel giorno noi stessi saremo già soltanto un ricordo, o un'ombra!

 

da "Sotto falso nome", Roberto Andò

 

entra - enter - entrer

 

         

 

 

 

 

Guarda i miei segnalibri - Look my bookmarks

 

Acquista il mio libro Abandoned places - Buy my book Abandoned places

 

Acquista il mio libro The silent cities - Buy my book The silent cities

 

Acquista il mio libro Architectural Visions - Buy my book Architectural Visions

 

Acquista le mie foto su Yellow Korner - Buy my photos on Yellow Korner

 

Leggi l'intervista "Lorenzo Linthout e la fotografia di architettura, l’eleganza della purezza" su Artevitae

 

Guarda le mie fotografie selezionate per Art+Commerce/Vogue

 

Guarda il portfolio "Le città del silenzio" pubblicato su La Repubblica

 

Guarda l'articolo pubblicato su Scarto

 

Guarda l'articolo pubblicato su L'Arena

 

Guarda le mie fotografie in Digigraphie

 

Guarda le gallerie dei portfolio tematici

 

 

Ultimo aggiornamento: 20 dicembre 2021

Lorenzo Linthout - Tutti i diritti riservati